Followus Facebook Twitter Youtube Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Parlamento

aprile 28, 2017
 

Aumento di pena per reati gravi, finita la discussione su LEX. Ecco la legge M5S!

Anche la proposta di legge che riguarda l’aumento di pena per i reati gravi ha concluso il suo percorso su LEX Parlamentari. Un grazie ai numerosi cittadini che hanno dedicato del tempo per esprimere le loro osservazioni, obiezioni o il loro parere favorevole a riguardo.

Un argomento tanto delicato ha però spinto molti ad andare oltre rispetto all’effettivo oggetto del provvedimento, andando a trattare argomenti generali del sistema penale e processuale come la certezza della pena, la prescrizione o ciò che riguarda il sistema carcerario. Commenti questi che saranno stati tenuti in considerazione per un’analisi congiunta con i colleghi della Commissione giustizia nell’ambito di proposte già in fase di lavorazione o di nuovi ddl a farsi.

Questo disegno di legge si propone di innalzare il limite degli aumenti delle pene principali da 30 a 40 anni nel caso di concorso di reati che importano pene detentive di specie diversa e nel caso di concorso di più circostanze aggravanti. Questa mitezza delle pene irrogate per reati gravi appunto per cui è previsto l’ergastolo è dovuto ad una serie di cambiamenti legislativi che hanno portato, laddove si è in presenza di una pena come l’ergastolo ad una riduzione della stessa a 20-24 anni e addirittura a 10 in presenza di attenuanti. Inoltre anche laddove in presenza di più reati gravi, viene prevista una condanna a più ergastoli la pena può essere ridotta a 30 anni di reclusione e ciò è in base a quanto previsto dall’articolo 78 del cod. penale.

Ancora grazie a tutti per il contributo dato, vi assicuriamo aggiornamenti circa il percorso parlamentare che avrà questo disegno di legge.





 
 

 

Banche Venete: pene per i manager, risarcimenti per i risparmiatori

Mentre il nullatenente ed ex-presidente della Banca Popolare di Vicenza Gianni Zonin fa shopping in via Montenapoleone a Milano (l’AD di Veneto Banca Vincenzo Consoli ha almeno avuto la decenza di sparire), ci sono impren...
by quarrata5stelle
 

 
 

Le bugie sul roaming hanno le gambe corte

di Innocenzo Genna, esperto di Telecomunicazioni e Vicepresidente Mvno “La verità è che è stato eliminato il roaming per gli utenti, ma non quello fra gli operatori. Questo significa che quando vado all’estero co...
by quarrata5stelle
 

 
 

Da Renzi e Pd lotta alla corruzione fallimentare. Lo dice la Corte dei Conti

Oggi la Corte dei Conti, nella sua relazione sul rendiconto generale dello Stato 2016, parla di corruzione “devastante” e di riforme pasticciate da parte del Governo. Critiche che arrivano a distanza di pochi giorni...
by quarrata5stelle