Followus Facebook Twitter Youtube Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Parlamento

luglio 30, 2015
 

Continua la grande abbuffata dei partiti: no a tagli per 100 milioni

Continua la grande abbuffata dei partiti che in Senato ha bocciato tutte le proposte di abolizione di privilegi e tagli ai costi della politica avanzate dal Movimento 5 Stelle.

Proposte che avrebbero portato ad un risparmio da 100 milioni di euro l’anno.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto la soppressione integrale dei vitalizi parlamentari. Anche Renzi – nei talk show – si diceva d’accordo. Come hanno votato? No, nascondendosi dietro la scandalosa inammissibilità della proposta.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto la vera cessazione di vitalizi ai condannati, a tutti i condannati. Come hanno votato? No.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto, in subordine, un piccolo contributo di solidarietà per i vitalizi parlamentari in essere: del 10 % per quelli fino a 90.000 euro; del 20 % per la parte eccedente i 90.000 euro. Come hanno votato i partiti? No!

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto, in subordine, la trasformazione dei vitalizi in essere al regime contributivo, ovvero quello valido per tutti i cittadini che stanno al di fuori dell’aula del Senato. I partiti refrattari al principio d’uguaglianza hanno votato No.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto l’abolizione dell’assegno di fine mandato.Anche questa proposta è stata respinta.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto la riduzione degli stipendi dei senatori a 5.000 euro lordi. Proposta bocciata dai senatori degli altri partiti.

Per la cronaca i parlamentari del Movimento, attuando volontariamente queste proposte, in 2 anni sono riusciti a restituire al bilancio dello Stato 14 milioni di euro che tramite il fondo per il microcredito sono tornati nella disponibilità dei cittadini.

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto la soppressione di ogni indennità di carica. Come hanno votato i partiti? No!

Il Movimento 5 Stelle ha chiesto la rendicontazione puntuale e precisa della diaria parlamentare. Dai partiti del sistema il solito: No!

I partiti del No al buosenso ed ai tagli dei loro privilegi hanno colpito ancora.





 
 

 

Banche Venete: pene per i manager, risarcimenti per i risparmiatori

Mentre il nullatenente ed ex-presidente della Banca Popolare di Vicenza Gianni Zonin fa shopping in via Montenapoleone a Milano (l’AD di Veneto Banca Vincenzo Consoli ha almeno avuto la decenza di sparire), ci sono impren...
by quarrata5stelle
 

 
 

Le bugie sul roaming hanno le gambe corte

di Innocenzo Genna, esperto di Telecomunicazioni e Vicepresidente Mvno “La verità è che è stato eliminato il roaming per gli utenti, ma non quello fra gli operatori. Questo significa che quando vado all’estero co...
by quarrata5stelle
 

 
 

Da Renzi e Pd lotta alla corruzione fallimentare. Lo dice la Corte dei Conti

Oggi la Corte dei Conti, nella sua relazione sul rendiconto generale dello Stato 2016, parla di corruzione “devastante” e di riforme pasticciate da parte del Governo. Critiche che arrivano a distanza di pochi giorni...
by quarrata5stelle