Followus Facebook Twitter Youtube Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

M5SQuarrata

marzo 4, 2014
 

Rimborsi Publiacqua

Alcuni rappresentanti di Quarrata5stelle hanno incontrato il vicesindaco del Comune di Quarrata Gabriele Romiti per alcuni chiarimenti sui rimborsi che Publiacqua deve ai cittadini per le quote di fognatura e depurazione riscosse negli anni dagli utenti e non dovute.

Noi di Quarrata5stelle abbiamo rappresentato la necessità di un intervento deciso da parte del Comune, contro le resistenze che Publiacqua pone in essere verso i cittadini che richiedono il rimborso, nonostante le assicurazioni di collaborazione.

 In breve, l’utente che paga in bolletta la quota sui Servizi Idrici Integrati (S.I.I.) e non usufruisce del servizio, poiché non è collegato alla rete fognaria, può chiedere il rimborso inviando un modulo 1, scaricabile dal sito ufficiale nel quale indicare i dati dell’immobile allacciato e richiedendo la variazione della tariffa.

Nonostante l’iter appaia abbastanza semplice, alcuni cittadini si sono rivolti a noi perché Publiacqua fa di tutto per ostacolare le richieste archiviando le pratiche perché incomplete. Richiede ulteriore documentazione sull’immobile che comunque non è dovuta in quanto non richiesta nei moduli di variazione dei contratti, come ad esempio l’autorizzazione SUAP oppure la certificazione da parte del Comune che l’impianto di smaltimento dei reflui è a norma.

Quando gli utenti cercano di contattare telefonicamente l’azienda, non gli viene permesso di comunicare con chi si occupa delle variazioni di contratto:

Deve scrivere” si è sentito rispondere un cittadino.

Ma io ho già scritto, tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno, ma se non so cosa vogliono dai vostri uffici come faccio a risolvere il problema?”

…. e riscriva un’altra volta anche tramite mail!”

 Paradosso e maleducazione più assoluta.

 Ci siamo rivolti, quindi, all’Ufficio Tecnico del Comune per sapere come risolvere il problema dei cittadini che non sono in possesso dell’autorizzazione SUAP in quanto la costruzione dell’immobile può risalire a qualche decennio addietro.

L’Ufficio Tecnico, non può rilasciare alcuna certificazione perché non è a conoscenza se l’utente che non è allacciato alla rete fognaria sia comunque a norma.

 Per risolvere l’impasse, abbiamo posto al vicesindaco alcune domande.

In primo luogo, a che titolo Publiacqua richiede documentazione sull’idoneità degli impianti visto che il suo ruolo solo ed unicamente quello di portare l’acqua al cittadino e riscuotere la tariffa. Non si deve, quindi, arrogare il titolo di autorità di controllo che spetta al Comune.

Inoltre, appare alquanto improbabile che Publiacqua non abbia le mappe catastali della rete fognaria, che sono oltretutto liberamente scaricabili dal sito del Comune di Quarrata.

 Siccome spesso e volentieri, come Movimento 5 Stelle siamo accusati di portare a galla i problemi senza proporre soluzioni, vediamo di turare quest’altra falla!

 Basta semplicemente che il Comune pubblichi l’elenco delle strade non servite da rete fognaria sul sito ufficiale2. Chi ha la necessità stampa quella inerente l’utenza per la quale richiedere il rimborso ed allegarla al modulo di variazione di contratto da inviare a Publiacqua.

 Per evitare errori vi comunichiamo che se un utente accede alla pagina web del gestore idrico per verificare se ha diritto al rimborso o meno, cliccando sulla casella “Restituzione tariffa depurazione sentenza 335”, non ha un risultato certo in quanto il database non è completo, come non è completo l’elenco delle strade comunicato ai giornali e i più noti blogs locali.

 Resta solo un metodo certo: il controllo diretto.

pubbli

Se dal controllo della bolletta risultate utenti con tariffa S.I.I. (Servizi idrici integrati) come nella foto sopra, ma non siete allacciati alla fognatura vi spetta il rimborso che è di circa il 30% degli importi pagati dal 2008 ad oggi.

Il vicesindaco Romiti ha ribadito l’intenzione dell’amministrazione comunale di rendere il più snella possibile la procedura di richiesta di rimborsi da parte della cittadinanza.

Ringraziamo il “forum acqua bene comune” per i risultati faticosamente raggiunti e ricordiamo a tutti che per ogni informazione e spiegazione per la compilazione dei moduli, possono rivolgersi al gazebo informativo di Quarrata5stelle, presente ogni sabato mattina in Piazza risorgimento accanto all’edicola.

M5Stelle Quarrata

1 www.publiacqua.it/sites/www.publiacqua.dev.softecspa.it/files/m1-_modulostipulacontratti_rev01-2012.pdf

2www.comunequarrata.it/





 
 

 

Banche Venete: pene per i manager, risarcimenti per i risparmiatori

Mentre il nullatenente ed ex-presidente della Banca Popolare di Vicenza Gianni Zonin fa shopping in via Montenapoleone a Milano (l’AD di Veneto Banca Vincenzo Consoli ha almeno avuto la decenza di sparire), ci sono impren...
by quarrata5stelle
 

 
 

Le bugie sul roaming hanno le gambe corte

di Innocenzo Genna, esperto di Telecomunicazioni e Vicepresidente Mvno “La verità è che è stato eliminato il roaming per gli utenti, ma non quello fra gli operatori. Questo significa che quando vado all’estero co...
by quarrata5stelle
 

 
 

Da Renzi e Pd lotta alla corruzione fallimentare. Lo dice la Corte dei Conti

Oggi la Corte dei Conti, nella sua relazione sul rendiconto generale dello Stato 2016, parla di corruzione “devastante” e di riforme pasticciate da parte del Governo. Critiche che arrivano a distanza di pochi giorni...
by quarrata5stelle